Archivio dei tag potenzialità

potenzialità latenti

Buon 2018: ricomincio da me ovvero l’effetto delle potenzialità latenti

A chi si trova a fare un bilancio di fine anno e si augura un 2018 professionale diverso. A chi non è soddisfatto del proprio lavoro o a chi un lavoro lo sta cercando. A chi ha voglia di ricaricare le pile e cercare nuovi orizzonti lavorativi. A chi pensa di cambiare, ma non sa da dove iniziare. A chi è alla ricerca di nuovi stimoli professionali. Questo racconto è dedicato a tutti coloro che hanno voglia di dare voce alle proprie potenzialità latenti.

Fiorentemente nasce spontaneamente, di getto, senza che l’avessi pianificato. Nasce a seguito di quello che amo definire un momento disruptive, di quelli tosti, in cui si prende una decisione di petto che ti cambia il presente. Decisione impopolare e anacronistica, perché di questi tempi avevo deciso di lasciare un’azienda, un lavoro, un contratto, un percorso. La sicurezza. Avrei potuto cercare un nuovo contesto, continuando a fare quello che avevo sempre fatto, con le stesse modalità.

Ma in quel momento è arrivata la domanda: noi siamo il nostro lavoro? Nel senso: il modo in cui abbiamo sempre lavorato ci caratterizza al punto tale da non poter essere altro? Noi siamo solo quello per cui abbiamo studiato e per cui abbiamo sempre lavorato? O quella è solo una delle tante espressioni delle nostre potenzialità?

Fiorentemente nasce in una giornata di Giugno, per caso. Nasce dal bisogno, il bisogno di buttare fuori, di creare, di raccontare, di imparare nuove cose, di dare spazio alla creatività e all’impegno, senza pensare troppo al risultato.

Impossibile con la mia formazione umanistica riuscire a mettere su da sola un sito, impossibile con il mio passato da lavoratrice dipendente pensare di poter fare qualcosa di diverso.

Provare. Sperimentare. Riprovare. Sbagliare. Tentare di nuovo. Modificare. Riuscirci.

La cosa che ricordo di più di quei giorni?…Paura? Ansia? Voglia di tornare sui miei passi? Assolutamente no! Non mi sono mai sentita così piena di entusiasmo, passione, determinazione ed energia. 

Fiorentemente è importante non perché sia riuscita a creare un sito con contenuti e servizi legati al mondo del lavoro. Fiorentemente è importante perché rappresenta un esempio positivo degli effetti generati dalle proprie potenzialità latenti.

Esiste l’azienda e il lavoro autonomo, l’ufficio e gli spazi di coworking, i lavori tradizionali e quelli nati dalle nuove tecnologie, i lavori di città e quelli di campagna, le realtà consolidate e le start-up. Tante combinazioni e forme per trovare il proprio sé lavorativo. Soprattutto quando le risposte della nostra società alla sfida dell’ageing o della prima collocazione lavorativa sono esigue o del tutto assenti.

Chiaramente il successo di un’idea, di un’impresa, di un piano A, B o C necessita anche di altre componenti, come business plan, finanziamenti, strumenti pratici. Ma se vi dicessi che la cosa più difficile è scardinare l’idea che siamo quello che abbiamo sempre fatto, prendere coscienza delle nostre potenzialità nascoste e dar loro voce?

Il mio augurio è che il 2018 possa svelare ed accendere le nostre potenzialità latenti!

Giada

1