Tag Archive recruiter freelance

Modalità di collaborazione

Recruiter Freelance per aziende e società di selezione

La modalità di collaborazione perfetta per le aziende o società di selezione che hanno bisogno di una figura autonoma e competente nell’ambito della selezione del personale e del social & digital recruiting.

E’ una collaborazione che si può strutturare sulla singola ricerca del personale o su un progetto di selezione di respiro più ampio, in cui è necessaria la mia presenza in azienda in modo più continuativo.

Il mio obiettivo è quello di trovare la persona che stai cercando e renderti soddisfatto della nostra collaborazione.

Di seguito trovi alcune informazioni importanti sulla mia modalità di collaborazione, nel caso mi affidassi una ricerca del personale:

» Una cosa molto vantaggiosa per te: il mio compenso non è legato alla RAL del candidato, ma è stabilito al momento della formalizzazione del contratto, in base alla complessità/impegno della ricerca e alla soluzione di recruiting scelta. Questo vuol dire che se all’attivazione del mandato cerchi un candidato con una RAL di 30.000 euro e poi la tua scelta ricade su un candidato con una RAL di 40.000, il mio compenso non aumenta.

» La scelta di non lavorare a successo, ma di legare il mio compenso all’attivazione del mandato, si traduce in un altro importante vantaggio per te: non c’è conflitto tra i tuoi interessi e i miei. Lavoro infatti in totale allineamento e sinergia con i tuoi obiettivi. In questo modo hai la garanzia che non ti proporrò candidati sovradimensionati nè candidati selezionati a mio vantaggio, ma solo quelli in linea con le tue effettive esigenze. Dedicherò il massimo impegno per trovare il candidato giusto per le tue esigenze. 

» Mi impegno a trovarti candidati allineati con i requisiti oggettivi che mi richiedi, che concordiamo insieme e che mettiamo per iscritto. Non accetto i mandati in cui la selezione si basa per lo più su elementi soggettivi e “sulle sensazioni di pancia”: avere ben chiaro ciò che si sta cercando rappresenta il 90% del successo di una selezione! 🎯

» I canali a pagamento di pubblicazione degli annunci di lavoro, concordati insieme, sono a tuo carico. Puoi fornirmi le credenziali di accesso delle piattaforme e una mail aziendale dedicata per effettuare lo screening e contattare i candidati. In questo modo i flussi di lavoro sono condivisi e i candidati più ingaggiati nella prima fase di contatto.

» Posso potenziare l’attività selezione facendo ricerca diretta di profili sulla rete Linkedin, andando oltre i limiti di visibilità degli account base (ossia quelli senza licenza che hanno il vincolo di visibilità fino al 3° grado di connessione).

» Se la sede della tua azienda è fuori Milano, eventuali spese per trasferte/vitto/alloggio sono a tuo carico.

» Da perfetta smartworker, uso gli spazi di lavoro in modo flessibile: lavoro da casa, in un ufficio dedicato in uno spazio di coworking, nella tua azienda. Ma questo lo decidiamo insieme in base alle tue esigenze.

» Lavoro con partita iva. Compenso, extra, termini di pagamento e modalità di collaborazione sono tutti inseriti nel contratto che firmeremo entrambi.

Sì, ho bisogno di un Recruiter Freelance!

Scopri i miei servizi di selezione e contattami!

recruiter freelance

Quando alle Aziende può far comodo un Recruiter Freelance

Sono sempre di più le aziende che affidano a un Recruiter Freelance le attività di ricerca e selezione del personale. Un libero professionista, esperto di selezione del personale, al quale delegare in parte o in toto i processi di recruiting aziendali e non solo.

Quando ho iniziato 5 anni fa eravamo ancora in pochi ad occuparci di selezione del personale in qualità di lavoratori autonomi. Una modalità allora poco utilizzata (soprattutto in Italia), ma che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede, anche come risposta alle nuove sfide del mercato del lavoro.

PERCHE’ AVVALERSI DI UN RECRUITER FREELANCE

Ma quali sono i motivi che possono spingere un’azienda ad avvalersi di un Recruiter Freelance, piuttosto che ricorrere ai canali più tradizionali?

🤝 RICERCARE NON UN SEMPLICE CONSULENTE MA UN “PARTNER”. Qualcuno che possa avere “un piede dentro e uno fuori” l’azienda, che sia cioè di fatto esterno all’organizzazione, ma che nel contempo possa entrare più in profondità nei processi aziendali. Spesso infatti non si tratta solo di annunci/screening/colloqui, ma di un lavoro a tutto tondo, in cui è necessario partire dalla comprensione di quella che è la realtà aziendale in questione, il suo DNA, il tipo di persone cercate, lo stile manageriale. Non solo per impostare bene il lavoro, ma anche per restituire ai candidati tutta quella parte dell’organizzazione impalpabile ma fondamentale. Quante volte infatti i candidati individuati presentano tutti gli skills tecnici, ma non rispecchiano i valori e la filosofia dell’azienda? E di contro, quante volte i candidati nel primo colloquio non riescono a raccogliere informazioni sul contesto dell’azienda?

🤯 GESTIRE I PICCHI DI LAVORO. Ci sono tante aziende con un ufficio Risorse Umane in grado di gestire internamente le selezioni. Tuttavia a volte un cambio di strategia, l’apertura di una nuova filiale, un periodo temporaneo in cui si è sottostaffati possono causare un surplus di lavoro e di ricerche. Che fare allora quando la Direzione non approva l’inserimento nell’organico di una persona in più? Una buona soluzione è proprio quella di ricorrere a un Recruiter Freelance, una persona che, per un periodo temporaneo più o meno lungo, possa supportare l’HR interno nei processi di selezione del personale, senza gravare sull’FTE aziendale.

🙅‍♀️ SUPPLIRE ALLA MANCANZA DI UN HR INTERNO. Può essere il caso di realtà piccole, start-up o organizzazioni snelle che non hanno un ufficio HR, una persona dedicata alla selezione o un numero sufficiente di selezioni nell’anno, tali da giustificare la creazione di una funzione interna dedicata. Queste realtà hanno più di altre la necessità di essere accompagnate e guidate nella costruzione di un processo di selezione efficace.

🔑 AVERE UNA PERSONA DI FIDUCIA. Una persona fidata con cui stabilire un rapporto di collaborazione duraturo nel tempo e alla quale affidare, ad esempio, password per accedere alle piattaforme di recruiting, all’ATS, mail aziendali dedicate, gestione dei colloqui dal vivo in sede. Il vantaggio? Un lavoro collaborativo, flussi di lavoro più snelli, monitorati e condivisi, maggiore coerenza di immagine all’esterno.

🔍 EFFETTUARE UNA RICERCA DIRETTA SU LINKEDIN. E’ il caso di quelle aziende che non vogliono pubblicare un annuncio, oppure vogliono integrare i nominativi che arrivano in risposta a un annuncio online con quelli provenienti da una ricerca diretta mirata su Linkedin. Perchè affidare questa attività a un Recruiter Freelance? Per effettuare una ricerca su Linkedin blinde, evitando così che appaia il nome dell’azienda o del recruiter d’azienda. Oppure per avvalersi della licenza Linkedin Recruiter del freelance se non si vogliono investire 1000 euro all’anno 😉

🤹‍♂️FLESSIBILITA’ NELLE SOLUZIONI. Il Recruiter Freelance è, come si dice, capo di se stesso. Non deve attenersi per forza a servizi e soluzioni preconfezionate, ma può proporre all’azienda la soluzione più congeniale, adattandola il più possibile alle necessità della stessa.

🎯 QUALITA’ DEL LAVORO. Non è detto che il compenso di un Recruiter Freelance sia inferiore rispetto ad altre soluzioni. Probabile invece che sia più alta la qualità del suo lavoro, essendo allo stesso tempo esecutore e promotore diretto della sua attività.

🎲 STRATEGIA & EMPLOYER BRANDING. Il Recruiter Freelance ha la possibilità (e il dovere) di arricchire il suo bagaglio di competenze continuamente. Può diventare il valido alleato di quelle aziende che, oltre alla delivery di un processo di selezione, ricercano anche consigli e pareri su come impostare la strategia di reclutamento, migliorare la propria immagine di best-place-to-work, ottimizzare gli strumenti e i canali di ricerca, implementare processi di social & digital recruiting.

CONSIGLI PER LE AZIENDE

I vantaggi per l’azienda sono molteplici. Due riflessioni importanti però:

👉 La collaborazione è fatta tra persone. Se ti affidi a un Recruiter Freelance scegli non il brand che c’è dietro ma la persona. Ti piacciono il suo approccio al lavoro, le sue capacità comunicative e relazionali, il suo personal branding? Chieditelo perchè il Recruiter Freelance diventarà il primo biglietto da visita per i candidati e il tuo alleato per le selezioni. Anche il Recruiter Freelance si fa questa domande quando entra in contatto con una nuova realtà. Se non c’è compatibiltà, se non “si parla la stessa lingua” difficilmente la collaborazione andrà in porto. Conseguenza: non tutte le azienda vanno bene per un professionista e non tutti i professionisti vanno bene per un’azienda. Non in termini assoluti ma relativi.

👉 Ricorrere a un Recruiter Freelance non vuol dire evitare di spendere in attività di selezione. Vuol dire al massimo non gravare sui costi del personale interno. Banale ma non troppo.

HAI BISOGNO DI UN RECRUITER FREELANCE?

Ti sei ritrovato in una delle situazioni sopra elencate e pensi che la tua azienda abbia bisogno di un Recruiter Freelance?

Su Fiorentemente e sul mio profilo Linkedin trovi tutti i dettagli della mia attività di recruiter freelance. Se vuoi avere senza impegno più informazioni su come potremmo collaborare insieme, compila il form QUI oppure inviami una richiesta di collegamento su Linkedin…ricordati nel messaggio di spiegarmi il motivo per cui vuoi connetterti con me 😉

recruiter freelance aziende

Let’s connect!

Giada

Fiorentemente

1